Natale al MUMA

In occasione del festival Passaggi d’autore – Intrecci mediterranei e per il ponte dell’Immacolata, il MuMA, Museo del Mare e dei Maestri d’ascia, di Sant’Antioco sarà aperto secondo il seguente calendario:

Venerdi 4 dicembre 15.00 – 17.00

Sabato 5 dicembre 10.00 – 12.00/15.00 – 17.00

Domenica 6 dicembre 10.00- 12.00/15.00- 17.00

Lunedì 7 dicembre 10.00 – 12.00/15.00 – 17.00

Martedì 8 dicembre 10.00 – 12.00/15.00 – 17.00

Siete tutti invitati!

Sarete accolti dai nostri operatori che vi accompagneranno alla scoperta del museo e potrete partecipare alla realizzazione dell’opera collettiva “Costruiamo un albero marino”.

Vi aspettiamo anche per bere qualcosa di caldo al MuMA cafe‘, insieme a Paola e Pina.

Domenica 20 dicembre, invece, avrà luogo, dalle 15 alle 17, Giochi al MuMA, due ore di divertimento pre-natalizio insieme al nostro staff.

Iniziativa rivolta ai bambini dai 6 ai 10 anni accompagnati da genitori, nonni e zii.

Offerta didattica 2015/2016

Gentili insegnanti,

lo staff dei Centri di Educazione all’Ambiente e alla Sostenibilità gestiti da Ecoistituto del Mediterraneo, quali il Ceas Capoterra Laguna di Santa Gilla, il Ceas Giara di Setzu e il Muma, Museo del Mare e dei Maestri d’Ascia a Sant’Antioco, vi presenta il catalogo completo dell’offerta didattica 2015/2016.

Le prenotazioni per i laboratori e le giornate didattiche con i nostri operatori sono aperte.

 

Convegno 29 aprile 2015

Le zone umide interne

Salvaguardia e opportunità per il turismo nel territorio

Il 29 aprile 2015 avrà luogo, presso la Biblioteca Comunale di Setzu, il convegno “Le zone umide interne – Salvaguardia e opportunità per il turismo nel territorio“, evento di chiusura del progetto “Amici di penna”, promosso da Ecoistituto del Mediterraneo e dal Centro di Educazione all’Ambiente e alla Sostenibilità del Comune di Setzu ed inserito nel più ampio progetto ZOUMATE (Zone Umide: Ambiente Tutela ed Educazione) finanziato nell’ambito del Programma Transfrontaliero Italia – Francia Marittimo 2007-2013 dalla Regione Sardegna e dall’Unione Europea e rivolto ai CEAS (Centri di Educazione all’Ambiente e alla Sostenibilità) caratterizzati da zone umide di pregio ambientale.

Zoumate – Locandina

Amici di penna

Amici di penna è un’iniziativa proposta da Ecoistituto del Mediterraneo e dal Centro di Educazione all’Ambiente e alla Sostenibilità del Comune di Setzu inserita nel più ampio progetto ZOUMATE (Zone Umide: Ambiente Tutela ed Educazione) finanziato nell’ambito del Programma Transfrontaliero Italia – Francia Marittimo 2007-2013 dalla Regione Sardegna e dall’Unione Europea e rivolto ai CEAS (Centri di Educazione all’Ambiente e alla Sostenibilità) caratterizzati da zone umide di pregio ambientale.

Amici di penna è un progetto di gemellaggio epistolare tra scuole della Sardegna e del Veneto finalizzato alla conoscenza delle zone umide presenti sulla Giara, della Laguna di Santa Gilla e del Delta del Po.

60 allievi delle classi elementari di Tuili sono stati accompagnati in un percorso di scoperta della Giara e dei suoi paùlis. Sono stati prodotti materiali, racconti e testimonianze da scambiare con gli studenti delle scuole partner a Capoterra e a Donzella, in Veneto.

Le attività previste dal progetto:

  • 3 incontri in aula
  • una giornata sulla Giara
  • la giornata della spedizione all’ufficio postale
  • un evento finale rivolto alla cittadinanza

 

Cortometraggio “Sei tu il nostro eroe”

Nel novembre 2014 abbiamo vinto il bando di gara per l’affidamento della produzione di cortometraggi per la promozione e diffusione della cultura dell’efficienza e del risparmio energetico finanziato dalla Regione Sardegna-Fondazione Film Commission (POR FESR 2007-2013 – asse III – energia linea di attività 3.1.2.b attuazione DGR n. 1/23 del 17.01.2014. Azioni di promozione e comunicazione dell’efficienza energetica e del risparmio).

La nostra esperienza in ambito educativo ci ha insegnato che la comunicazione e le nuove tecnologie  sono uno strumento fondamentale per diffondere nuovi stili di vita e possono facilitare il transito della società verso uno sviluppo più sostenibile.

Gli occhi del gruppo e i mezzi tecnologici come la videocamera e la macchina fotografica moltiplicano i sensi e l’interesse dei più piccoli. L’osservazione collettiva di documenti audio e video, la condivisione attraverso la parola, il disegno, lo scritto, il gioco e l’uso del computer favoriscono il passaggio dall’esperienza diretta alla comunicazione con il mondo.

Ed è da queste considerazioni che è nata l’idea di produrre il cortometraggio in collaborazione con le registe Michela Anedda ed Erica Floris, giovani esponenti del cinema di animazione isolano.

Alla base del cortometraggio vi è un’idea semplice ma forte: la tutela dell’ambiente è nelle possibilità di ognuno di noi, non è un’impresa da eroi. 

Nei prossimi mesi procederemo con la realizzazione del filmato.

 

Bando Europeo HORIZONT 2020-COSME – GA – “Tasty Tour”

Type of action: COSME -GA FACILITATING EU TRANSNATIONAL TOURISM FLOWS FOR SENIORS AND YOUNG PEOPLE IN THE LOW AND MEDIUM SEASONS”.

Nel gennaio 2015 Ecoistituto è stato unico partner italiano di un progetto presentato alla Comunità Europea sul turismo enogastronomico in aree rurali durante la bassa stagione e per un target “Senior”.

La partecipazione al progetto ha previsto la costruzione di una rete Europea costituita dai seguenti partner per la realizzazione di un tour pilota:

Germania: Società Spreescouts con sede in Burg (Spreewald), General Project Management

Germania: Società Sapio tour operator con sede a Berlino

Grecia: Camera di Commercio di Creta (HTCC)

Bulgaria: Camera di Commercio (PCCI)

Austria: Zeitbank+55, associazione culturale senior people della Zeit bank

Austria: Studia, società di marketing

Italia: Cooperativa Gea Ambiente e Turismo arl (Ecoistituto del Mediterraneo)

“Acqua in bocca: scopriamo e condividiamo i sapori del mare”

La campagna di educazione alimentare “Acqua in bocca: scopriamo e condividiamo i sapori del mare” è una macroazione del progetto “Sviluppo di nuovi mercati e campagne rivolte ai consumatori” della Camera di Commercio di Oristano finanziato dalla Misura 3.4 del Fondo Europeo per la Pesca (FEP) 2007/2013 e finalizzato all’attuazione di una politica di qualità, valorizzazione e promozione, nonché di sviluppo di nuovi mercati, per i prodotti della pesca e dell’acquacoltura della Sardegna.

La campagna è stata gestita dalla società Poliste e ha visto Ecoistituto partner nella progettazione dei laboratori ludico-sensoriali e dei materiali didattici.

Acqua in bocca ha coinvolto 875 alunni di 10 scuole primarie e secondarie di primo grado della Sardegna durante l’anno scolastico 2014/2015. Obiettivo principale è stata la promozione dei genuini prodotti della pesca e dell’acquacoltura isolana, valorizzando le conoscenze biologiche, nutrizionali e culturali delle principali specie e produzioni ittiche sarde: il muggine e la bottarga, il polpo, la spigola e l’orata di allevamento, l’aragosta rossa e la vongola verace.

Gli alunni e le loro famiglie, grazie anche al gioco e all’utilizzo di materiale didattico, sono stati accompagnati  nella conoscenza delle specie ittiche pescate o allevate, sia nel proprio territorio che in altre aree della Sardegna, approfondendo temi quali l’ambiente nel quale le specie vivono, la loro importanza per un’alimentazione corretta e le attività economiche e produttive che si occupano di pescarle, allevarle, trasformarle e commercializzarle. Tutto ciò attraverso un percorso educativo non solo alimentare e ambientale ma anche culturale e orientato al consumo critico, insegnando, ad esempio, come riconoscere il pesce fresco e illustrando i metodi di pesca sostenibile.

Gli alunni, accompagnati dagli insegnanti e da un operatore esperto nelle tematiche dell’educazione alimentare, hanno avuto anche la possibilità di partecipare alle visite guidate nelle imprese ittiche, dove hanno potuto conoscere più da vicino le realtà produttive del territorio.

Centolibri per l’Ambiente 2015

È da oggi on-line l’edizione 2015 di “Centolibri per l’ambiente”, la selezione ragionata di 100 titoli sulle tematiche ambientali per ragazzi ed educatori pubblicati nel 2014.

La pubblicazione nasce a Cagliari ad opera di Marina Boetti (Libreria Edumondo) e Ottavia Pietropoli (Riciclotti) grazie al sostegno del Comune di Cagliari, Assessorato alla Cultura. Il volume è reperibile anche in formato cartaceo con una tiratura di 1.000 copie ed è distribuito gratuitamente con licenza Creative Commons dalla Libreria Edumondo in via Machiavelli 73 a Cagliari.

Coerentemente con il messaggio e i principi che ispirano la pubblicazione, “Centolibri per l’ambiente” è stampato a Cagliari, dalla tipografia PubbliA, su carta raccolta e riciclata in Sardegna dalla Papiro Sarda.

I libri sono suddivisi in due grandi categorie:

● lettori in erba: 55 titoli (dai 3 ai 12 anni), di cui 45 in italiano e 10 in inglese.

● sempreverdi: 45 titoli (per tutte le età), di cui 30 riguardanti tematiche ambientali generali e 15 legati ai temi dell’Expò 2015.

Ad ogni titolo sono stati attribuiti da 1 a 3 quadrifogli verdi sulla base del luogo di stampa, della carta utilizzata e del contenuto. Da quest’anno per ogni libro sono presenti sia la copertina sia una breve descrizione.

Non poteva mancare in questa edizione una sezione speciale dedicata all’Expò 2015, con libri focalizzati su argomenti quali alimentazione e sostenibilità, filiera corta, produzione biologica, commercio equo.

Importante novità la presenza dei 10 titoli in inglese: delle bellissime fiabe per i più piccoli realizzate da Zeri (Zero Emissions Research Iniziative). Rappresentano un’eccezione, in quanto non sono stati pubblicati nel 2014, ma – nella speranza che siano presto disponibili in italiano – sono stati scelti per il loro alto valore contenutistico. Inoltre, pur se stampati in Cina, sono realizzate con carta minerale, ottenuta dai residui di lavorazione della pietra e a sua volta riciclabile.

Per leggere “Centolibri per l’ambiente” (e richiederne una copia cartacea):
http://www.edumondo.it/centolibri2015

L’Ecolabel UE del Camping Sciopadroxiu, Arbus

Fin da quando è nato, Ecoistituto del Mediterraneo ha scelto di occuparsi di ambiente e turismo sostenibile.
Cosa si può immaginare di più consono per un’isola come la Sardegna dove la natura si impone maestosa ad ogni passo e la presenza umana è così sparuta?

Stiamo facendo molti passi in questa direzione – alcuni dobbiamo ancora svelarli – ma di uno possiamo già parlare: nell’estate 2014 abbiamo accompagnato il nostro primo campeggio all’acquisizione del marchio Ecolabel UE.

Il marchio Ecolabel UE (Regolamento CE n. 66/2010) è uno strumento volontario e selettivo che fornisce informazioni sulle performance ambientali di prodotti e servizi ed attualmente è stato definito per 24 categorie di prodotti e 2 tipologie di servizi: strutture ricettive e campeggi.
Il marchio Ecolabel UE per i servizi turistici è fondato sul rispetto scrupoloso di una serie di criteri che consentono alle strutture che lo ricevono di distinguersi, a livello europeo, per l’impegno nel miglioramento della qualità ambientale e forniscono agli utenti garanzie circa l’efficienza delle misure adottate dal servizio turistico.

Le strutture che si fregiano del marchio ecologico europeo si distinguono per l’impegno verso la salvaguardia dell’ambiente e, di riflesso, della salute umana.
La presenza dell’Ecolabel fornisce al turista garanzie circa:

  • il contenimento dell’inquinamento atmosferico, idrico e del suolo grazie soprattutto all’utilizzo di prodotti più rispettosi dell’ambiente;
  • la corretta gestione e differenziazione dei rifiuti;
  • la riduzione degli sprechi energetici e di risorse;
  • la salvaguardia della biodiversità nelle aree poste sotto il controllo diretto della struttura
  • ricettiva;
  • le attività di comunicazione e di educazione ambientale;
  • un’alimentazione sana e corretta, che attinge in parte alle produzioni biologiche regionali.

L’adozione di misure di carattere ambientale richiede tempi e sforzi, a volte anche notevoli, ma contribuisce a mettere a nudo quelli che sono, sotto il profilo ecologico ed economico, veri e propri punti di debolezza di una struttura turistica o di un’organizzazione come per esempio i consumi energetici ed idrici o la gestione dei rifiuti.

Il campeggio che abbiamo seguito, grazie anche all’aiuto e alla competenza del collega esperto Ing. Luca Cocco, si chiama Camping Sciopadroxiu e si trova in uno dei siti più affascinanti e vulnerabili della regione Sardegna: l’area SIC di Monte Arcuentu e Rio Piscinas, dove possiamo trovare le dune costiere più alte d’Europa.
Non ci poteva capitare un posto più bello per iniziare a lavorare su Ecolabel!

I titolari del camping Piergiorgio e Franca Zurru hanno avuto la forza e la pazienza di mettersi in gioco in un lungo percorso di miglioramento finalizzato all’ottenimento del marchio europeo.

Dopo la fase iniziale l’assistenza tecnica si è concentrata sull’analisi approfondita di tutti i criteri in accordo con la decisione CE 564/2009 e con individuazione delle migliori scelte tecniche/tecnologiche, gestionali per il rispetto dei requisiti.
E’ stata fornita assistenza tecnica:

  • per la formulazione di un questionario per i clienti che fornisce indicazioni sulla qualità del servizio fornito in termini ambientali, suggerimenti e contributi per la politica ambientale, decalogo ambientale e programma ambientale
  • per la preparazione di procedure e istruzioni ambientali per il rispetto dei criteri
  • per la stesura della Politica ambientale e del Programma ambientale
  • per la compilazione dei Moduli di verifica e della domanda di richiesta di certificazione.
  • durante le fasi di acquisto e installazione delle attrezzature necessarie per garantire la conformità ai criteri Ecolabel quali, ad esempio lampade a risparmio energetico, sensori di presenza per accensione/spegnimento luci, temporizzatori per le docce, riduttori di flusso e nei rubinetti e nelle docce, riduttore di pressione intero impianto, dosa sapone per i bagni, nuove lavatrici in classe A, contenitori per la raccolta differenziata

Nel novembre 2014 ha avuto luogo la visita ispettiva da parte dei funzionari dell’Ispra e ora siamo in attesa della conferma definitiva dell’ottenimento del marchio Ecolabel: il camping Sciopadroxiu sarà in tal caso il primo campeggio in Sardegna a potersi fregiare dell’etichetta ecologica europea!
Siamo molto fieri di questo e attendiamo con ansia il responso definitivo da parte dell’ISPRA.

Nel frattempo vi invitiamo a visitare il Camping Sciopadroxiu, anche solo per fare una sosta al ristorante dei coniugi Zurru dove il cibo è davvero delizioso, servito con amore a prezzi più che onesti.
Il panorama poi è indescrivibile … vi troverete in uno dei posti più belli al mondo.
Impossibile rimanere delusi e impossibile non sentire la responsabilità di conservare tanta bellezza per le generazioni future imparando ad essere “ospiti leggeri” di questo territorio meraviglioso.

 

 

De sa Terra a sa Mesa – 13, 14 dicembre 2014

Siamo partner di questo interessantissimo evento organizzato dal Ceas Laguna di Capoterra e da Casa Spadaccino. Anche quest’anno torna “Da Sa Terra a Sa Mesa”, incontro tra produttori e consumatori dei prodotti eccellenti della nostra isola. Appuntamento per sabato 13 e domenica 14 dicembre a Casa Spadaccino, Località Su Loi, Capoterra.
De sa terra a sa mesa, è una proposta del Centro di Educazione Ambientale e alla Sostenibilità della Laguna di Santa Gilla che prevede la valorizzazione e la diffusione di un’economia agricola con caratteristiche di sostenibilità e di attenzione all’ambiente e all’uomo come elemento imprescindibile per la nostra vita. La proposta nasce con l’obiettivo non solo di sensibilizzare ed educare la popolazione all’uso di prodotti a filiera corta e di stagione, ma di creare un’occasione importante sia per conoscere un ambiente unico a pochi passi da casa sia per trascorrere due giornate insieme divertendosi e imparando.

La manifestazione si svolgerà a Casa Spadaccino in loc Su Loi – Capoterra – sarà inoltre un utile momento per mettere in pratica le azioni e i concetti legati all’organizzazione di eventi eco sostenibili. A tal fine, tutte le azioni proposte saranno caratterizzate dall’attenzione al risparmio dell’energia, ai rifiuti e alle emissioni di CO2 .

Sabato ore 20:00 

LABORATORIO DI DEGUSTAZIONE VINI

A cura della Fondazione Italiana Sommelier. Verranno serviti 4 diversi vini della cantina Meloni abbinati ai prodotti della filiera corta. Costo 15 €, necessaria la prenotazione.

Domenica ore 10:30 

LABORATORI PER BAMBINI

ORE 10:30 UN TUFFO NEL PASSATO – alla scoperta del mondo dei nostri nonni.

ORE 11:30 MANI IN PASTA – facciamo insieme i biscotti di Natale.

Costo 4 € a bambino, nel caso ci siano più bambini della stessa famiglia 2 bambini 6 €. Nel caso si vogliano fare entrambi i laboratori 6 € a bambino.

Domenica ore 10:30

LA LAGUNA RACCONTA IL CIBO

Escursione in laguna e incontro con la Cooperativa di pescatori Su Castiau. Contributo di 5 €

Domenica ore 13:00

PRANZO A CASA SPADACCINO con i prodotti della filiera corta. 15 € a persona. promozione per famiglie, 4 persone 40 €. I bimbi sotto i 5 anni non pagano.

Domenica ore 16:00

DEGUSTAZIONE DI TISANE con racconto delle proprietà delle erbe.

Segue la locandina con tutti i dettagli della manifestazione.

locandina da sa terra  a sa mesa completa